Skin life blog

Capelli

3 errori da evitare e 3 ottimi suggerimenti
per scacciare la forfora

I nostri esperti

Delphine CourteilleCoiffeuse studio et défilés

Un episodio di forfora non è mai gradevole alla vista. Ecco la nostra guida su come prendersi cura dei capelli con forfora, con 3 errori da evitare e 3 ottimi suggerimenti per liberarsi della forfora. Tutti voi che avete il cuoio capelluto sensibile, leggete qui!

Errore 1: Non pensare che la forfora sia colpa tua

Compare da sola e non è affatto indicativa di carenza di igiene. Un terzo della popolazione soffre per problemi di forfora. Che sia grassa o secca, la causa è la stessa: un’eccessiva secrezione di sebo da parte delle ghiandole sebacee porta alla proliferazione del lievito naturalmente presente sulla superficie del cuoio capelluto. In grandi quantità, questo lievito può irritare la pelle, indebolendo la barriera cutanea e turbando l’equilibrio del microbioma del cuoio capelluto. Ciò rende il cuoio capelluto sensibile e causa un eccesso di esfoliazione: così si manifesta la forfora.

Errore 2: Non assumere un atteggiamento aggressivo

Non essere tentato di lavarti i capelli troppo di frequente o in modo aggressivo. Nel lungo periodo, ciò potrebbe ulteriormente accentuare la sensibilità del tuo cuoio capelluto e causare la comparsa di rossi e fastidi . La scelta migliore è al massimo quella di lavare i capelli a giorni alterni, scegliendo uno shampoo antiforfora con pH neutro, se possibile, per ripristinare l’equilibrio acido-basico del cuoio capelluto, spiega Delphine Courteille, hair stylist che lavora regolarmente anche per le sfilate.
Infine, scegli le nuove texture delicate sul cuoio capelluto sensibile, a base di ingredienti attivi di provata efficacia sulla forfora (quali disolfuro di selenio, piroctone olamina, acido salicilico, zinco piritione e selenio).

Errore 3: Non provare gli intrugli fatti in casa: potrebbero aumentare il prurito

Creando un tuo shampoo miscelando oli essenziali molto probabilmente non farai che peggiorare le cose. Gli oli essenziali sono spesso allergenici e possono aggravare la condizione del cuoio capelluto fragile. È molto più sicuro optare per prodotti lenitivi e calmanti disponibili in farmacia, spiega Pascale Mora, Responsabile della comunicazione scientifica di Vichy.

Suggerimento 1: Detergi bene il cuoio capelluto quando applichi lo shampoo antiforfora

Quando fai la doccia, porta con te una spazzola resistente all’acqua, suggerisce Delphine Courteille. Quando si è formata una bella schiuma densa, spazzola delicatamente i capelli alla radice, senza sfregare per non irritare il cuoio capelluto. Questo aiuta a distribuire lo shampoo antiforfora in modo uniforme ed è particolarmente utile in caso di capelli lunghi. Inoltre favorisce la rimozione delle  radici e dal cuoio capelluto dell’eccesso di sebo e lieviti. Una volta rimossi, il cuoio capelluto sarà più pulito e si formeranno meno scaglie. Dopo poche settimane noterai meno forfora e un cuoio capelluto in buono stato.

Suggerimento 2: Mantienilo fresco

Quando lavi i capelli e li asciughi con il phon, usa acqua e aria fredda. Questo calmerà e lenirà la sensazione di fastidio.

Suggerimento 3: Lascia liberi i capelli!

Metti da parte sciarpe, cappelli e nastri per capelli: riscaldano il cuoio capelluto e lo fanno sudare, sovrastimolando le ghiandole sebacee e turbando l’equilibrio del microbioma del cuoio capelluto. Infine, cerca di non toccare troppo i capelli e non esagerare con i prodotti per lo styling.

I prodotti consigliati