Skin life blog

Uomo

Per una rasatura
perfetta!

I nostri esperti

Michel Le MaitreDermatologo Consulente scientifico per Vichy

Sébastien PaucodFondatore di L’Atelier Gentlemen

Considerato che occorrono 10 minuti al giorno, un uomo passa in media 150 giorni della propria vita a radersi. Questo gesto, che altera l’equilibrio della pelle, può anche traumatizzarla se non è perfettamente controllato.

Da gesti inappropriati possono derivare…

*Peli incarniti: “Quando i peli sono molto sottili, vengono tagliati nel senso sbagliato o hanno la tendenza ad arricciarsi, non riescono a uscire dalla pelle. Il risultato è che si sviluppano al di sotto della pelle, provocando delle imperfezioni” - spiega il dermatologo Michel Le Maître. La cosa migliore sarebbe radersi al mattino rispettando il senso del pelo, anche quando i peli vanno in direzioni diverse. Terminare sistematicamente applicando un trattamento idratante a base di acidi della frutta (AHA). Questi ultimi, noti per l'azione stimolante del processo di esfoliazione naturale della pelle, la libereranno dalle piccole cellule morte accumulate sulla sua superficie facilitando l’uscita del pelo.

*Arrossamenti: “Per definizione la rasatura aggredisce la pelle. E i gel per la rasatura, i dopobarba alcolici o mentolati, così come i trattamenti dopobarba poco idratanti, non fanno che peggiorare la situazione”. Abbandonateli tutti e scegliete formule senza alcol studiate per la pelle sensibile.

*Pelle che tira: “La rasatura impoverisce di lipidi il film idrolipidico della superficie della pelle, generando sensazioni di fastidio”. Ogni mattina, scegliete il binomio crema da barba + crema da giorno arricchite di agenti idratanti per liberarvi di questo fastidio.

*Tagli: “Cominciate con il cambiare le lame del rasoio! Quando sono troppo vecchie non tagliano più i peli ma li strappano. Ricordatevi che tendere bene la pelle facilita lo scivolamento della lama”.

E perché non portare la barba?

Sébastien Paucod, fondatore di L’Atelier Gentlemen a Parigi, svela i propri trucchi.
Anche se la barba integrale piuttosto corta è la preferita del momento, ognuna ha comunque la propria personalità. In poche parole, rendere omogeneo e mantenere il proprio aspetto con una semplice macchinetta per i capelli può risultare complicato… Il colore non è uniforme? Dimenticate la colorazione della barba che invecchia male! Rossiccia o sale e pepe, accettatela, tanto più che il sale e pepe torna di tendenza. È piuttosto rada? Scuritela da un barbiere che saprà giocare su densità e tinte per darle un aspetto omogeneo. E se punge davvero troppo, applicate ogni tanto una maschera ammorbidente usando un balsamo dopo shampoo.

Giocate d’astuzia

Radersi al mattino dopo la doccia e a digiuno: sono queste le condizioni ideali per una rasatura ottimale. Perché? Perché al mattino, dopo la doccia, grazie al calore dell’acqua, i pori sono più aperti. E a digiuno, perché l'azione della masticazione comporterà un afflusso di sangue a livello dell’epidermide, con conseguente maggiore rischio di tagli.