Test

Sviluppato con
Florence BENECH

Farmacista
Direttrice dei Laboratori Vichy

Solari

Ogni pelle è unica: scopri i consigli degli esperti.

Consiglio del dermatologo

Come abbronzarsi senza scottarsi?

Lo sapevi?

L’abbronzatura è una reazione di protezione della pelle. I melanociti sono le cellule che producono il pigmento della pelle, la melanina. Questo pigmento assorbe l’energia e la disperde sotto forma di calore e capta i radicali liberi formati da questa reazione. La pigmentazione naturale è dunque una protezione contro i raggi UV ma non è la stessa per tutti i tipi di pelle. Alcuni tipi di pelle si scottano facilmente e praticamente non si abbronzano affatto, mentre per altri tipi accade il contrario. I dermatologi parlano di fototipi che vanno dal fototipo 1 (pelle molto chiara) al fototipo 6 (pelle nera). Più il fototipo è basso, più la pelle ha bisogno di protezione. 

Che cosa fare

Per abbronzarsi senza scottarsi, lascia alla tua pelle il tempo di sviluppare la sua pigmentazione. Esponiti progressivamente, evitando le ore di massimo soleggiamento tra le ore 12 e le ore 16. Assicurati una protezione esterna, in particolare con un prodotto fotoprotettivo dotato di un indice di protezione elevato, 30 o 50 a seconda del tuo fototipo. Tieni sempre a mente che le protezioni solari non hanno la funzione di prolungare il tempo di esposizione bensì di limitarme ragionevolmente i rischi. L’efficacia delle creme solari si attenua nel tempo: è molto importante rinnovare frequentemente e abbondantemente l'applicazione per mantenere la protezione solare, specialmente dopo aver sudato o dopo esservi bagnati o asciugati ricordati di rinnovare l’applicazione della crema solare su tutto il corpo.

Condividi questo consiglio :

Invia questa pagina via e-mail

Consiglio del dermatologo

Come alleviare le conseguenze di una scottatura solare?

Lo sapevi ?

Le scottature solari sono delle bruciature indotte dal sole. Più la pelle è chiara, più sarà sensibile al sole: basta poco tempo (15 minuti) perché la pelle si scaldi e diventi rossa e dolorante. La parte superficiale dell’epidermide risulta quindi danneggiata, si disidrata e cade. In genere, la scottatura solare è una ustione di primo grado ma può anche essere più grave. In tal caso si formano delle vesciche: è la ustione di secondo grado. La ripetizione di scottature solari aumenta il rischio di sviluppare un melanoma, perciò bisogna evitarle. 

Che cosa fare

Quando il danno è fatto, se la tua pelle è soltanto un po’ arrossata e calda, puoi applicare una crema o un gel idratante. Ti rinfrescherà e la tua pelle farà il resto, se non ti esporrai più aspettando che guarisca. Se sei allo stadio delle ustioni di primo grado, puoi alleviare il dolore con degli analgesici (aspirina, paracetamolo ecc.) e con una crema lenitiva e calmante che ti consiglierà il farmacista. Non esitare ad applicarla più volte al giorno sulla zona arrossata e rimani all’ombra per qualche giorno. Se la tua pelle è danneggiata (ustione di secondo grado), è necessario consultare un medico.

Condividi questo consiglio :

Invia questa pagina via e-mail

Consiglio del nutrizionista

L'alimentazione può aiutare ad abbronzarsi?

Lo sapevi ?

Per effetto dei raggi UV le cellule di Langerhans, autentiche sentinelle che fanno parte del sistema di difesa della pelle, possono subire delle alterazioni. Gli studi dimostrano che le esposizioni al sole ne diminuiscono il numero. In questo modo la prima linea di difesa biologica della pelle risulta indebolita e la pelle è più vulnerabile al sole. D’altra parte i raggi UV sono all'origine di una maggiore produzione di radicali liberi, fra i principali responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

Che cosa fare

Per aiutarti ad abbronzarti preservando le qualità della pelle puoi adottare un’alimentazione ricca di  vitamine E, C e A, di betacarotene e di altri carotenoidi e flavonoidi. Aiuteranno il tuo organismo a combattere i radicali liberi, proteggendoti così dai danni del sole. Questi nutrienti sono presenti nella frutta e nella verdura. L’olio di germe di grano è particolarmente ricco di vitamina E, mentre il cioccolato è una deliziosa fonte di flavonoidi. La carota è l’alleato per eccellenza dell’abbronzatura. Ricca di betacarotene e di carotenoidi, può aiutarti a rafforzare le tue difese e ad aggiungere una sfumatura dorata alla tua abbronzatura.

Condividi questo consiglio :

Invia questa pagina via e-mail

Consiglio del farmacista

Come scegliere una protezione adatta al mio tipo di pelle?

Lo sapevi ?

Ognuno di noi dispone di un capitale solare differente, che si esaurisce progressivamente con l'esposizione al sole. In effetti, la nostra pelle è in grado di riparare i danni causati dagli UVA e dagli UVB ma non all’infinito. Occorre aiutarla a salvaguardare questo capitale con una protezione solare adatta al nostro tipo di pelle. Più è chiara, più bisogna proteggerla con un prodotto ad alto indice di protezione che dovrà essere rinnovato spesso, perciò è meglio scegliere una texture piacevole.

Che cosa fare


Per essere ben protetti, bisogna scegliere una protezione solare con un indice di protezione elevato. È molto importante rinnovare frequentemente e abbondantemente l'applicazione per mantenere la protezione solare, specialmente dopo aver sudato o dopo esservi bagnati o asciugati, perciò è meglio scegliere un prodotto solare che sia gradevole. Se la tua pelle è piuttosto grassa, scegli una texture fluida e opacizzante. Se è secca, scegli di preferenza una crema o un latte con texture più ricca. Per i bambini, le texture fluide in spray sono più facili da applicare e spesso più divertenti. Talvolta sono colorate per permettere di vedere l'uniformità della distribuzione.

Condividi questo consiglio :

Invia questa pagina via e-mail

Chiedi un consiglioAl tuo farmacista

Il farmacista è il migliore alleato della tua pelle: sa darti consigli sulla gestualità per l'applicazione e sui prodotti da scegliere per prenderti cura del viso e del corpo.

Scopri la Farmacia più vicina a te:

Ok