Viaggio al cuore della pelle

Invia questa pagina via e-mail

Strato granuloso

Lo strato granuloso è posto sotto lo strato corneo. È composto da cellule già notevolmente appiattite, suddivise in 3-5 strati, il cui  nucleo è in via di degenerazione. L’aspetto granuloso di questo strato è dovuto alla presenza di granuli di cheratoialina e di cheratinosomi. I cheratinosomi contribuirebbero a formare il cemento intercellulare rilasciando le loro lamelle negli spazi intercellulari. La cheratoialina aumenta la resistenza della cheratina e si scompone in una miscela di aminoacidi all’origine dell’NMF.

Al cuore dell’epidermide

È lo strato più superficiale della pelle che ricopre il derma. In media, l’epidermide ha lo spessore di un foglio di carta ma può essere anche più spessa. La sua forma ondulata è dovuta all’alternanza di creste epidermiche e  papille dermiche. È composta da 4 strati cellulari sovrapposti che poggiano sulla giunzione dermo-epidermica: lo strato basale, lo strato del Malpighi, lo strato granuloso e infine lo strato corneo, che è ricoperto dal film idrolipidico. L’epidermide è costituita al 90% da cellule denominate cheratinociti; contiene anche le cellule responsabili della colorazione della pelle, i melanociti, oltre alle cellule di Langerhans. L’epidermide non è irrorata da alcun vaso sanguigno. Le cellule che la compongono sono alimentate per diffusione dal derma.