3 trucchi per capire se dormi bene (e abbastanza)

Dormi poco? Sai come riposi durante la notte? Valuta le tue ore di sonno e analizza la loro qualità per capire cosa fare per dormire meglio.

Certe mattine ti svegli stanca e senti di non aver dormito abbastanza? Insonnia, stress e risvegli notturni rovinano le tue notti? Valuta il tuo “profilo del sonno” rispondendo a 3 domande e non lasciare più che questi disturbi influenzino il tuo benessere.

Valuta la tua energia al risveglio


Ti svegli in perfetta forma? Vuol dire che la tua notte è stata decisamente buona e il tuo sonno, tra le 6 e le 9 ore - a seconda dell’esigenza personale -, è stato ristoratore. Più si dorme, infatti, più il corpo si rigenera seguendo un programma ben preciso: un’azione detox per la pelle e una riduzione dei grassi accumulati!
Al contrario, stanchezza, nervosismo e mancanza di vitalità al risveglio sono segnali che devono far scattare l’allarme. Giorno dopo giorno questi effetti possono avere influenza sul tuo umore e sul tuo benessere. Non solo: hanno effetto anche sulla tua linea, come dimostra un recente studio scientifico che ha messo in relazione un brutto sonno e l’aumento di peso.

Per aiutarti a fare il punto della situazione, rispondi a queste domande, ispirate a quelle degli specialisti del sonno: test di Ford, scala della sonnolenza di Epworth, questionario Spiegel sul sonno. Valuta rapidamente la tua situazione e segui i consigli.

Domanda #1: Le tue notti sono tutte uguali?


Per scoprirlo, tieni un diario del sonno! Un ritmo di sonno irregolare richiede uno sforzo maggiore all’organismo, che deve adattarsi. La fatica aumenta. Il corpo richiede maggiore energia e la sensazione di fame è più frequente. Per fare il tuo bilancio personale, prendi nota per almeno una settimana dell’orario in cui vai a letto, quello della sveglia e degli eventuali risvegli notturni. Otterrai così un quadro sommario del tuo ritmo. L’ideale sarebbe andare a letto a un orario fisso e rispettare le ore di sonno minime per mantenere la forma e la linea.

Domanda #2: Dormi abbastanza?


Intercetta i segnali della sonnolenza. La tendenza ad avere sonno rivela spesso dei disturbi passati inosservati. Se, durante la giornata, senza nessun motivo particolare ti addormenti, ad esempio mentre ascolti la musica, guardi la televisione, assisti a una conferenza o mentre viaggi sui mezzi pubblici, potrebbe essere necessario analizzare in modo più approfondito questi fenomeni. Parlane con il tuo medico e prova durante la giornata a ritagliarti del tempo per fare dei brevi sonnellini che ti permettano di recuperare le ore di sonno perdute.

Domanda #3: Misura i risvegli notturni


E se per l’analisi ti affidassi a dispositivi “smart” per la rilevazione del sonno? Riuscire a determinare da soli la durata e la qualità del proprio riposo può sembrare complicato, soprattutto quando si è tra le braccia di Morfeo. Russare in maniera importante, incubi frequenti e agitazione durante la notte sono tutti segnali che devono essere presi nella giusta considerazione. Anche la tecnologia è di grande aiuto, grazie ai dispositivi, collegabili al proprio smartphone, che permettono di analizzare la situazione in modo sempre più preciso. Rilevatori da posizionare sul materasso, cuscini e materassi “smart”, luci e sveglie che favoriscono la fase di addormentamento e il risveglio, sono tutte soluzioni che la tecnologia offre per migliorare il proprio sonno!

La Redazione

I nostri prodotti

I più letti

Avocados-and-donts-for-healthy-skin

Lifestyle

Avocado - cose da fare e da evitare per una pelle dall’aspetto giovane e sano

Amato dai food blogger di tutto il mondo, con oltre 4.686.153 post e visualizzazioni su Instagram (ebbene sì), l’avocado oggi è un alimento primario nella cucina di ogni foodie che si rispetti. Ma qual è il vero vantaggio di aggiungere alla lista della spesa questo ingrediente che si dice sia miracoloso? Abbiamo chiesto a due esperti, la dottoressa Nina Roos e Raphaël Gruman, quali sono i modi migliori per godere dei benefici che questo frutto offre alla pelle e una spiegazione delle basi scientifiche su cui si fondano.

Leggi l’articolo

Oranges-experts-juicy-tips-for-beautiful-skin

Lifestyle

Arance: i succulenti consigli degli esperti per la bellezza della pelle

Noi tutti sappiamo quanto sia importante mangiare frutta e verdura a foglia in quantità sufficiente; ma quando si tratta di assicurare che i nostri livelli di vitamina C rimangano ottimali, l’umile arancia si aggiudica la corona. Oltre a essere ricca di antiossidanti, grandi amici della pelle, un solo frutto, anche di dimensioni inferiori alla media, apporta due terzi della dose giornaliera raccomandata di vitamina C. Abbiamo chiesto consiglio al nutrizionista Raphaël Gruman e alla dottoressa Nina Roos, dermatologa, su come e perché dobbiamo accrescere la presenza delle arance nella nostra dieta.

Leggi l’articolo

Lifestyle

Invecchiamento cutaneo: i comportamenti che lo favoriscono

In che modo i nostri comportamenti quotidiani influiscono sulla pelle e che cosa possiamo fare per prevenire i loro effetti senza complicarci ulteriormente la vita?La nostra esperta della pelle, Patricia Pineau, Direttrice della comunicazione scientifica della ricerca L'Oréal, ci dà qualche suggerimento.

Leggi l’articolo

Salad-days-how-mushrooms-keep-our-skin-looking-young

Lifestyle

In che modo i funghi aiutano la pelle a mantenere un aspetto sano

Decisamente potenti anche se piccoli. Ricchi di antiossidanti e con un contenuto impressionante di vitamina D, i funghi possono fare meraviglie quando unghie, capelli e pelle perdono vitalità - non abbiamo più scuse per non inserirli il più possibile nella nostra dieta, potendo scegliere tra decine e decine di varietà. Abbiamo chiesto alla dermatologa Nina Roos e al nutrizionista Raphaël Gruman di spiegare perché questo ingrediente fondamentale è così importante per una pelle dall’aspetto sano.

Leggi l’articolo

Salmon-healthy-fats-for-plump-skin

Lifestyle

Salmone: omega 3 per una pelle idratata e rimpolpata

Il salmone dovrebbe essere in cima alla lista della spesa di chi ricerca una pelle dall’aspetto sano e luminoso (vale a dire tutte noi). Abbiamo chiesto consigli alla dottoressa Nina Roos, dermatologa, e al nutrizionista Raphaël Gruman su come cucinare il pesce grasso che tutti amano, facendoci spiegare anche il perché una buona quantità di omega 3 è fondamentale per una pelle bella.

Leggi l’articolo

go to top