getGeoIPCountryCode = SiteAppCode = IT Test : 'IT/'

OK

OKCancella

Grazie

Chiudi

Deodorante antitraspirante: verità e falsi miti

Deodorante antitraspirante: verità e falsi miti
  • favoris

Spesso abbiamo sentito dire che i deodoranti antitraspiranti possono essere dannosi: è davvero così? In questo articolo rispondiamo alle domande più comuni su questo prodotto, svelandone verità e falsi miti.

Deodorante antitraspirante: che cos’è?

A differenza dei deodoranti, che agiscono sul cattivo odore provocato dalla reazione chimica che “scompone” il sudore a contatto con i batteri naturalmente presenti sulla superficie della pelle, gli antitraspiranti operano direttamente sulle ghiandole sudoripare. Gli attivi presenti nella formula degli antitraspiranti, infatti, agiscono regolando la sudorazione in modo temporaneo.

Sudorazione eccessiva: l’antitraspirante è il prodotto giusto?

Sì, le formule antitraspiranti sono particolarmente indicate per tenere sotto controllo le condizioni di sudorazione eccessiva, nota anche come iperidrosi, che può essere causata da stress o emozioni intense, attività sportiva prolungata o caldo eccessivo.

Gli antitraspiranti fanno male?

Nella formulazione degli antitraspiranti vengono utilizzati Sali di alluminio, che hanno proprietà astringenti in grado di “disattivare” in modo temporaneo l’attività delle ghiandole sudoripare, lasciando respirare la pelle. Spesso questi ingredienti sono oggetto di discussione a causa della loro presunta pericolosità, ma non esistono evidenze scientifiche che dimostrino che questi ingredienti siano nocivi. Come tutti cosmetici, anche gli antitraspiranti sono sottoposti a numerosi e rigorosissimi test volti ad assicurare la loro sicurezza d’impiego.

Gli antitraspiranti non sono adatti alla pelle sensibile

Falso. Esistono formule antitraspiranti studiate appositamente per la pelle sensibile, che offrono efficacia a lunga durata, comfort e morbidezza. Questa tipologia è formulata con attivi dall’effetto lenitivo e, per donare sollievo alla pelle sensibile o irritata, limitando il sudore e mantenendola fresca e asciutta a lungo.

Gli antitraspiranti sono tutti uguali

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un falso mito. Proprio come nel caso dei deodoranti tradizionali, anche gli antitraspiranti sono declinati in differenti formulazioni per rispondere a esigenze anche molto diverse tra loro.

Come riconoscere dunque l’antitraspirante migliore per rispendere alle specifiche esigenze della vostra pelle?
Un primo fattore di valutazione da considerare nella scelta è quello della durata dell’effetto antitraspirante, che può andare da: 24, 48 e 72 ore, fino a 1 settimana, a seconda delle personali esigenze di utilizzo e all’intensità della sudorazione. All’efficacia antitraspirante, poi, possono essere associate anche altre proprietà: anti-tracce, per chi vuole evitare macchie bianche e aloni gialli sui vestiti, o ancora le già citate formule per la pelle sensibile.


Infine: in crema, roll-on o spray? Una scelta dettata dalla praticità e dalla durata dell’effetto antitraspirante, che sarà più breve – 24h –medio-lunga – da 48 a 72 ore – e lunga – fino a 1 settimana, per gli antitraspiranti in crema. A ognuno, il suo!

I nostri prodotti

  • DEODORANTE ANTI-TRASPIRANTE SPRAY
  • DEODORANTE BELLEZZA  ANTI-TRASPIRANTE 48H* * Test strumentale
  • Deodorante Bellezza Anti-Traspirante 48h
  • DEODORANTE CREMA ANTI-TRASPIRANTE
  • DEODORANTE CREMA PELLE SENSIBILE O DEPILATA
  • I più letti

    Alcuni consigli  per restare freschi tutto il giorno senza rovinare i vestiti.

    Corpo

    Alcuni consigli per restare freschi tutto il giorno senza rovinare i vestiti.

    Gli anti-traspiranti hanno "effetti collaterali" sui tuoi vestiti? I tuoi abiti preferiti sono da buttare perchè sotto le braccia presentano macchie anti-estetiche e i tessuti sono irrigiditi? Pascale Mora, Direttrice della comunicazione scientifica Vichy, e Nathalie Fargeaud-Felber, professionista di tintoria, ci spiegano da cosa sono causati questi inconvenienti e come riuscire a sbarazzarsene.

    Leggi l’articolo

    go to top