OK

OK Cancella

Grazie

Chiudi

Quali sono le cause della forfora e quali i rimedi

  • favoris

C’è chi ci convive e chi proprio non riesce ad accettarla: la forfora è un fastidioso inestetismo che crea molti disagi a donne e uomini; ecco le cause scatenanti e soprattutto i rimedi per trattarla.

Quali sono le cause della forfora e quali i rimedi

Si manifesta con delle piccole scagliette bianche e secche che si depositano alla base del collo su giacche, magliette e maglioni: la forfora è un disturbo del cuoio capelluto dovuto alla desquamazione degli strati più superficiali del cuoio capelluto.
Nella maggior parte dei casi si tratta del distacco di cellule morte dovuto a un ricambio fisiologico. Nel caso in cui il fenomeno dovesse assumere dimensioni molto evidenti, si sfocerebbe in una vera e propria patologia. A seconda delle cause, la forfora può essere di due tipi, secca o grassa e ognuna deve essere trattata con prodotti diversi.

Forfora, quali le cause?

La causa della forfora è da ricondurre in primis ad un fungo, la Malassezia furfur, o Pityrosporum, che si sviluppa sulla superficie del cuoio capelluto e che in genere non crea problemi. Quando però le colonie di questo fungo si riproducono in maniera incontrollata, iniziano a nutrirsi del sebo presente sulla cute, scomponendolo in acidi grassi che accelerano il ricambio cellulare causando la sedimentazione di cellule morte e la manifestazione delle odiose scagliette bianche.
Il vero problema, quindi, è capire che cosa causa la proliferazione del Pityrosporum: generalmente si ritorna alle cause interne (informazione genetica) e a quelle esterne come l’eccessiva secchezza della cute e lo stress.
In particolare:

  • Nel caso di pelle grassa si osserva la formazione sul cuoio capelluto di squame giallastre che in alcuni casi può arrivare anche alle sopracciglia, alle ali del naso e dietro le orecchie
  • La pelle secca invece, causa forfora secca, che si presenta con squamette disidratate, fini e grigiastre che in alcuni casi possono presentarsi anche accompagnate da prurito anche senza irritazione cutanea

Forfora: quali rimedi

La forfora può essere trattata a patto che si metta in pratica una routine quotidiana fatta di prodotti adeguati.
Attenzione allora alla scelta dello shampoo, che deve essere adatto alle esigenze specifiche: Vichy ha pensato a una linea antiforfora con prodotti ad hoc in caso di cuoio capelluto sensibile, sia per capelli secchi che grassi e per trattare anche la forfora più ostinata.
In più, almeno un paio di volte a settimana dovrebbe essere previsto un leggero scrub del cuoio capelluto che aiuti la cute a eliminare le cellule morte. Adatto allo scopo è Micro Peel shampoo esfoliante che attua un leggero scrub del cuoio capelluto riducendo significativamente anche la forfora più resistente. Un prodotto dalla tripla azione che riduce la forfora, purifica il cuoio capelluto e combatte il sebo e la sensazione di prurito.
Trattare la forfora quindi è possibile, basta scegliere i prodotti adatti ad ogni esigenza.

I più letti

go to top