OK

OK Cancella

Grazie

Chiudi

Pelle a tendenza acneica e sole: l'esposizione fa bene?

  • favoris

Alla pelle a tendenza acneica fa bene l’esposizione al sole? Tutte le verità e le false credenze

Pelle a tendenza acneica e sole: l'esposizione fa bene?

Pelle a tendenza acneica e sole vanno d’accordo? Sono in molti a credere che il sole faccia bene alla pelle a tendenza acneica, si tratta però di un mito da sfatare perché la pelle, già gravata dal sebo in eccesso, non dovrebbe essere stressata da fattori esterni come temperature elevate e sudore.

Perché pelle a tendenza acneica e sole non vanno d’accordo

Se da una parte è vero che i raggi solari meno intensi, ossia quelli del mattino e del tardo pomeriggio, possono contribuire a diminuire in maniera positiva sulla pell a tendenza acneica, dall’altra non corrisponde a verità che il sole sia un toccasana per questa tipologia di pelle.
Apparentemente dopo un’esposizione al sole, la pelle può apparire meno unta e i brufoli sembrano asciugarsi, ma questo è dovuto principalmente al fatto che l’abbronzatura tende a mascherare le imperfezioni, donando un aspetto uniforme.
Il sole però, causa un ispessimento dello strato superficiale della pelle (cheratinizzazione), portando addirittura alla formazione di comedoni e punti neri; per questo motivo gli specialisti della pelle si raccomandano di seguire alcune regole basilari:

  • Proteggere la pelle: usare sempre prodotti di protezione solari adatti al proprio fototipo ed evitare le ore centrali della giornata, quando i raggi solari sono particolarmente aggressivi.
  • Non stuzzicare punti neri e brufoli: potrebbero svilupparsi delle lesioni. Il sole inoltre macchierebbe in maniera indelebile la pelle favorendo la formazione di cicatrici.
  • Detergere la pelle con prodotti specifici e non aggressivi.
  • Usare la crema idratante per pelle a tendenza acneica dopo ogni esposizione.





La pelle a tendenza acneica al sole

Il sole ha effetti benefici sul nostro organismo e sicuramente sul nostro umore. Ma i raggi UVA causano disidratazione e questo porta le ghiandole sebacee a produrre il grasso di cui la pelle ha bisogno, con un conseguente sovraccarico per le pelli a tendenza acneica. L’esposizione eccessiva e senza l’adeguata protezione, inoltre, può causare macchie sulla pelle.

Quale protezione solare per le pelli a tendenza acneica

Un altro mito da sfatare è quello riguardante gli oli e le creme di protezione solare: non è assolutamente vero che i prodotti per la protezione della pelle facciano peggiorare la pelle a tendenza acneica. La protezione solare invece è fondamentale per evitare macchie e cicatrici, soprattutto in caso di pelle con eccesso di sebo, che tendono già a sviluppare una iperpigmentazione.


La cosa fondamentale, ovviamente, è scegliere il prodotto giusto. Per una pelle a tendenza acneica la texture innanzitutto deve essere leggera e non comedogena; se poi si sta facendo un peeling, la protezione non dovrà essere inferiore a 50. La crema Ideal Soleil di Vichy, ad esempio, è un’emulsione anti-lucidità con effetto asciutto che protegge dai raggi solari e non unge la pelle. Difende dai raggi UVA e UVB grazie al fattore SPF 50, non lascia la pelle bianca e si assorbe facilmente.

I più letti

Pelli mature: come contrastare gli effetti della menopausa

Viso

Pelli mature: come contrastare gli effetti della menopausa

Quando vediamo comparire qualche ruga intorno agli occhi, diamo la colpa al nostro carattere gioioso e sorridente. E quando intorno alla bocca iniziano a comparire delle linee sottili, ci diciamo che sono causate dalle nostre risate. Ma a partire dai 45-50 anni, è tutta un'altra cosa... e quando la menopausa comincia a modificare i volumi del viso, non siamo più obbligati a lasciarla fare.

Leggi l’articolo

go to top