Trattamenti e Rimedi contro la Forfora

Anche se la forfora è una condizione comune, prendersi cura del cuoio capelluto è fondamentale per tenere sotto controllo il ripresentarsi della forfora o la comparsa di condizioni nuove esigenze

Forfora: cos’è e perché compare?

La forfora è un problema molto comune che coinvolge il 50% delle persone, sia uomini che donne (Turner, Hoptroff, M e Harding, CR, Stratum corneum dysfunction in dandruff., in International Journal of Cosmetic Science). Normalmente appare sul cuoio capelluto, ma può localizzarsi anche nelle aree del corpo più ricche di ghiandole sebacee, come il viso (sopracciglia e rughe nasogeniene), il petto e la schiena. Questa condizione non è contagiosa, ma può causare fastidi significativi a livello estetico e psicologico.

 

Caratteristiche di un cuoio capelluto con forfora

Vediamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche di un cuoio capelluto con forfora o con tendenza a seborrea: come si manifesta e quali sono i possibili trattamenti.

 

Sul cuoio capelluto, questo disturbo è caratterizzato dalla perdita di piccole squame gialle o bianche, accompagnate da sensazione di fastidio e arrossamento. La presenza di queste manifestazioni può spesso causare imbarazzo e disagio sociale dato che si manifesta una lieve polvere furfuracea alle spalle e sui vestiti.

 

Le cause della forfora sono molteplici e comprendono squilibri nel microbioma cutaneo, uno stile di vita stressante, abbondante produzione di sebo e crescita eccessiva di lieviti come la Malassezia Furfur.

 

Trattamenti e Rimedi contro la Forfora

Per combattere la forfora è importante adottare una corretta routine per prendersi cura dei capelli, la cosiddetta “scalpcare”. Vediamo ora 10 consigli da tenere sempre a mente per trattare questo fastidio.

 

Consiglio n.1: LAVA REGOLARMENTE I CAPELLI CON PRODOTTI DELICATI

Scegli uno shampoo antiforfora contenente ingredienti come zinco, disolfuro di selenio o ketoconazolo può aiutare a ridurre la sensazione di prurito e il rossore. L'uso moderato di prodotti contenenti agenti cheratolitici come l’acido salicilico o urea, aiutano invece a controllare la desquamazione.

 

Consiglio n.2: NON GRATTARE IL CUOIO CAPELLUTO

Quando senti prurito sul cuoio capelluto, evita di grattarti. Grattare il cuoio capelluto, infatti, può provocare irritazione e aumentare la comparsa della forfora. Se il prurito persiste può essere utile consultare il tuo dermatologo.

 

Consiglio n.3: UTILIZZA ACQUA TIEPIDA

Quando lavi i capelli, risciacquali accuratamente con acqua tiepida, per dare sollievo al cuoio capelluto e alleviare la sensazione di prurito.

 

Consiglio n.4: MASSAGGIA IL CUOIO CAPELLUTO

Il massaggio del cuoio capelluto è un gesto di benessere. Se colpito dalla forfora, il tuo cuoio capelluto ne trarrà beneficio. Applica il trattamento scelto sul cuoio capelluto e massaggialo delicatamente sulla pelle. Il massaggio può aiutare a sciogliere le scaglie di forfora e dona sollievo al cuoio capelluto. Non grattare la pelle della testa o frizionarla troppo aggressivamente.

 

Consiglio n.5: TAGLIA LA BARBA

Taglia ogni giorno barba e baffi se hai la forfora in questa area, per prevenirne la proliferazione, e idrata la pelle del viso.

 

Consiglio n.6: SPAZZOLA I CAPELLI REGOLARMENTE MA NON TROPPO

Spazzolare regolarmente i capelli riduce il rischio di comparsa della forfora, poiché favorisce il normale rinnovamento della pelle del cuoio capelluto.

 

Consiglio n.7: ASCIUGA I CAPELLI A MEDIA TEMPERATURA

Utilizza il phon a temperature medie ed evita quelle troppo elevate.

 

Consiglio n.8: EVITA AGGRESSIONI MECCANICHE

Evita di strofinare i capelli con l’asciugamano in modo troppo violento, spazzolarli troppo vigorosamente o lisciarli con la piastra con troppa frequenza.

 

Consiglio n.9: LIMITA L’USO DI PRODOTTI PER LO STYLING

Evita di utilizzare troppi prodotti per lo styling sul cuoio capelluto. Questa tipologia di prodotti potrebbe stressare ulteriormente il cuoio capelluto e favorire la comparsa della forfora.

 

Consiglio n.10: LIMITA L’UTILIZZO DI ACCESSORI

Cappelli, fasce, foulard possono riscaldare il cuoio capelluto, stimolando la sudorazione e le ghiandole sebacee; questo può portare alla comparsa di forfora.

 

Bisogna capire che questo disturbo è cronico, che è necessario rivolgersi a uno specialista e che non bastano due settimane di trattamento per risolvere definitivamente il problema.

 

È importante un trattamento di mantenimento settimanale, a lungo termine, per andare a controllare l’eccessiva proliferazione del lievito che causa la forfora: la Malassezia Furfur.

 

In conclusione, la forfora può essere correttamente trattata con una corretta igiene e prodotti specifici, l’importante è impostare bene la propria scalpcare routine. Tuttavia, in caso di persistenza delle manifestazioni tipiche o di infiammazione del cuoio capelluto, è sempre consigliabile consultare uno specialista per approfondire la questione.

SKINCONSULT AI ANALISI DELLA PELLE

UN ALGORITMO AD ALTA PRECISIONE

Per la tua routine personalizzata

INIZIA E RICEVI IL CAMPIONE