OK

OK Cancella

Grazie

Chiudi

SKINCONSULTAI


Identifica le priorità della tua pelle grazie all’algoritmo di valutazione della pelle ad alta precisione e ricevi direttamente a casa i campioni dei prodotti più adatti alle tue esigenze.

ANALIZZA LA MIA PELLE
Skinconsult

PELLE A TENDENZA ACNEICA E MASKNE

L’INTERVISTA DI MARTINA LUCHENA ALLA DERMATOLOGA DOTT.SSA ELISABETTA FULGIONE

PELLE A TENDENZA ACNEICA E MASKNE

Ciao ragazze, oggi sono qui con la dott.ssa Fulgione per rispondere alle vostre domande su brufoli e pelle a tendenza acneica, per sfatare i miti più comuni e per parlare di una tematica sempre più rilevante: maskne.

BRUFOLI E PELLE A TENDENZA ACNEICA: VERITÀ E FALSI MITI

ML: Dottoressa Fulgione, partiamo da una curiosità che abbiamo tutte noi e da una delle domande più frequenti quando si parla di brufoli e imperfezioni: è vero che il cioccolato fa venire i brufoli?

EF: Non esiste nessun legame diretto tra mangiare cioccolato e la comparsa di brufoli e punti neri. Anzi, come ormai è ben noto, il cioccolato fondente contiene preziosi polifenoli e antiossidanti e, all’interno di un’alimentazione bilanciata e varia, nelle corrette quantità, ha benefici per il nostro benessere generale e per quello della nostra pelle. Sul tema alimentazione e pelle a tendenza acneica, ci sono però delle raccomandazioni che possono aiutare la pelle a ritrovare il suo benessere e combattere le imperfezioni. Tra queste, ad esempio, scegliere alimenti a basso indice glicemico e ridurre il consumo di latte e latticini.

ML: Un’altra domanda ricorrente è: punti neri e brufoli si possono schiacciare?

EF: Se dovessi indicare la primissima cosa da fare quando brufoli e punti neri compaiono sul nostro viso sarebbe proprio questa: NON SCHIACCIARLI! È una tentazione molto forte per tutte noi, perché abbiamo l’impressione di farli sparire in un lampo, ma purtroppo non è così. L’azione meccanica dello “strizzare” la pelle non fa altro che irritare ancora di più l’area intorno all’imperfezione, rendendo più lungo il processo di riparazione e rigenerazione necessario per far sparire brufoli e punti neri. In poche parole: quando vediamo comparire un brufolo niente panico, giù le mani dal viso e trattiamolo con accorgimenti e prodotti ad hoc.

ML: I brufoli possono lasciare segni a lungo termine sulla pelle?

EF: Se trattati con prodotti ad hoc, all’interno di una routine specifica per la pelle con imperfezioni o a tendenza acneica, seguita con costanza e regolarità, brufoli e punti neri generalmente svaniscono senza lasciare tracce sulla pelle. Fondamentale, come dicevamo prima, anche non “tormentarli”, strizzandoli e schiacciandoli alla prima occasione: questa è una cattiva abitudine che può peggiorare la situazione e lasciare segni rossi e bruni più o meno duraturi sulla pelle una volta sparito il brufolo. In ogni caso, non disperiamo: le macchie lasciate dai brufoli possono essere trattate con accorgimenti specifici.

ML: Passando invece alla beauty routine che ci accompagna tutti i giorni, chi ha la pelle grassa e con imperfezioni deve preoccuparsi di mantenerla idratata?

EF: La risposta è chiara e semplice: sì! L’immagine pelle grassa uguale a pelle “troppo” idratata è un mito da sfatare completamente! L’idratazione è fondamentale per il benessere della pelle di tutti i tipi, anche per quella grassa o con imperfezioni. Non dimentichiamo che la pelle idratata non solo appare più liscia e uniforme, ma è anche più forte, equilibrata e resistente. Anche in questo caso, però, è fondamentale scegliere una formula idratante adatta alla pelle grassa o a tendenza acneica, con una texture leggera, in grado sia di trattare le imperfezioni a livello locale, sia di idratare, regolare la produzione di sebo e donare equilibrio alla pelle nel suo complesso. Tra gli attivi che possiamo cercare nelle formulazioni idratanti e trattanti per la pelle a tendenza acneica ci sono l’acido salicilico, che ha un’azione esfoliante, l’acido ialuronico, l’attivo idratante per eccellenza, e gli attivi derivati da probiotici, come il bifidus, che aiuta a “riequilibrare” l’ecosistema cutaneo e a rinforzarne la barriera.

ML: Mantenere una pelle idratata diventa ancora più importante nel momento in cui la si espone a raggi UVA/B, d’altro canto molte persone notano un miglioramento notevole alla propria pelle, a tendenza acneica, quando esposta al sole per lungo tempo: il sole fa bene alla pelle acneica o la peggiora?

EF: La spiegazione è semplice: il sole sembra asciugare i brufoli e l’abbronzatura ci dona un incarnato dall’aspetto non solo più bello ma anche più uniforme. Purtroppo, si tratta di un effetto temporaneo: svanita l’abbronzatura, brufoli e imperfezioni tornano a comparire, e in alcuni casi i segni della pelle a tendenza acneica sembrano essere peggiorati. Si tratta dell’effetto “rebound”: lo strato corneo, per effetto del sole, si ispessisce e la pelle reagisce producendo più sebo che si accumulandosi nei pori, causa la comparsa di nuovi brufoli e imperfezioni. Anche per questo motivo è molto importante proteggere sempre la pelle sotto il sole con una protezione solare adeguata e nel caso della pelle a tendenza acneica, con un solare specifico per questo tipo di condizione cutanea.

ML: Proseguendo nella beauty routine giornaliera, è vero che Il make-up può far venire i brufoli o può peggiorare la condizione di una pelle già a tendenza acneica?

EF: Dipende. La risposta è nella scelta dei prodotti che usiamo per il make-up. Se si usa un make-up non adatto alla pelle con imperfezioni, il risultato non solo può essere opposto a quello desiderato (con la comparsa, ad esempio, del temuto effetto maschera) ma la pelle, soffocata dall’applicazione di prodotto con texture “oleosa” (emulsione acqua in olio), non oil-free, può reagire provocando occlusione dei pori e la comparsa di nuovi brufoli o punti neri. Quindi, sì, possiamo usare in tutta tranquillità il make-up, per nascondere brufoli e imperfezioni, ma è fondamentale scegliere prodotti adatti alla pelle grassa o a tendenza acneica, con la tonalità e il grado di copertura ideali per il proprio viso. Esistono inoltre anche dei prodotti make-up che oltre a coprire e correggere le imperfezioni, agiscono un vero e proprio trattamento skincare, grazie ad attivi specifici come acido salicilico e attivi dalle proprietà antibatteriche e sebo-regolatrici.

MASKNE: COSA FARE?

Sicuramente la nostra vita di tutti giorni è cambiata, sono cambiate le nostre abitudini ed è comparso un nuovo alleato indispensabile che utilizziamo tutti i giorni: la mascherina.

ML: In molte mi chiedono se l’uso quotidiano della mascherina abbia un qualche effetto sulla pelle, ad esempio, favorendo la comparsa di brufoli e imperfezioni…

EF: La causa della comparsa di imperfezioni, brufoli e punti neri è sempre la stessa: l’accumulo di sebo in eccesso e i pori che si ostruiscono. La mascherina crea un ambiente caldo e umido e ciò tende a dilatare i pori, mentre la limitata ossigenazione e traspirazione ne favorisce l’occlusione, provocando la comparsa di inestetismi soprattutto in chi ha tendenza alla pelle mista, grassa o a tendenza acneica. A ciò si aggiungono l’attrito della mascherina contro la pelle, la disidratazione e lo stress intenso di questo periodo: tutti fattori che contribuiscono alla comparsa di brufoli e imperfezioni. Bastano tuttavia davvero pochi accorgimenti e una routine adatta, per indossare la mascherina senza preoccuparci per la nostra pelle.

ML: La mascherina è un alleato fondamentale e indispensabile per la protezione dal Coronavirus e come abbiamo visto indossarla per ore potrebbe generare problematiche cutanee: è essenziale trattare queste situazioni di discomfort perché potrebbero portare ad un utilizzo non corretto della mascherina. Perciò, quali sono la skincare routine e gli ingredienti più adatti a risolvere questa problematica?

EF: La routine da seguire è quella specifica per il proprio tipo di pelle, sia essa grassa, con imperfezioni o a tendenza acneica. Attenzione in particolare allo step della detersione - scegliamo detergenti delicati, da usare due volte al giorno per eliminare le impurità trattenute dalla mascherina - e all’idratazione: mantenere la pelle ben idratata quando si indossa a lungo la mascherina è ancora più importante. Texture leggere e non “oleose” sono l’ideale. Cambiamo poi spesso la mascherina o, se possibile, laviamola dopo ogni utilizzo ed evitiamo di toccarci spesso il viso, anche se abbiamo le mani pulite: così evitiamo di “stressare” ulteriormente la cute.

ML: Brufoli e stress sono un altro tema ricorrente: è vero che lo stress, psicofisico, può aggravare i segni della pelle a tendenza acneica?

EF: Lo stress non è alleato del nostro benessere e non lo è nemmeno per la nostra pelle. Gli ormoni che si attivano nei periodi di forte stress psicofisico, come neuropeptidi (endorfine e insulina) e citochine infiammatorie, infatti, possono agire direttamente sui recettori delle ghiandole sebacee, alterando la loro funzione e causando un aumento della produzione di sebo. E questa, come sappiamo, è una delle cause principali dell’ostruzione dei pori e della conseguente comparsa di imperfezioni, brufoli e punti neri. Fortunatamente anche in questo caso abbiamo dalla nostra parte una serie di accorgimenti che ci possono aiutare a proteggere la nostra pelle dagli effetti dello stress: una pulizia del viso profonda e un’idratazione intensa, adatte al tipo di pelle, sono i fondamentali di una routine skincare efficace nei periodi più stressanti. A questo possiamo aggiungere anche attività rilassanti, ci aiutano a scaricare la tensione, e una dieta ricca, equilibrata e di stagione.

I più letti

Brufoli: perché è meglio lasciarli in pace

Viso

Brufoli: perché è meglio lasciarli in pace

Quando un brufolo compare sul viso, viene subito la voglia di toccarlo per farlo scomparire. Non si può farne a meno! Ma questa brutta abitudine può aumentare il rischio di una infezione, che può lasciare poi sulla pelle segni o cicatrici. Come resistere quindi all’istinto di schiacciare un brufolo? Chiediamolo ai nostri esperti.

Leggi l’articolo

Come rimediare alla stanchezza degli occhi

Viso

Come rimediare alla stanchezza degli occhi

Molte donne si trovano a combattere contro i segni che appaiono nella zona del contorno occhi. Quali sono le cause della comparsa di borse, occhiaie e pelle secca in questa area sensibile del viso? Abbiamo chiesto alla dottoressa Nina Roos, dermatologa.

Leggi l’articolo

go to top

Skinconsult

L'ALGORITMO DI VALUTAZIONE DELLA PELLE SVILUPPATO CON I DERMATOLOGI

1 minuto per analizzare la tua pelle

Scatta un selfie

Compila il tuo profilo

SCOPRI LA TUA ROUTINE PERSONALIZZATA

v_woman-2.jpg
Linee sottiliIl tuo punto di forza
Rughe del contorno occhiLa tua priorità
Mancanza di tono


FAI IL TEST DELLA TUA PELLE

circle1circle2circle3circle4