OK

OKCancel

Thank you

Close

Trattamenti viso con derivati di probiotici per una pelle dal’aspetto sano e protetta

Probabilmente hai sentito parlare dei benefici che i probiotici hanno sul nostro apparato digerente. Ma fanno bene anche alla pelle?

Abbiamo approfondito questa innovazione di tendenza nel mondo dei trattamenti viso di cui gli esperti non smettono di parlare.

Cosa sono i trattamenti per la pelle arricchiti con derivati di probiotici?


Acclamati come uno dei maggiori trend in fatto di bellezza nel 2017, dermatologi ed esperti beauty in tutto il mondo tessono le lodi dei trattamenti viso con derivati di probiotici. E se così è, ci deve essere un motivo. Molti tra i principali brand del mondo skincare iniziano a considerare i benefici di tali ingredienti per lenire e proteggere la pelle… Forse è arrivato il momento di dedicare a questo trend la giusta attenzione.

Siamo sicuri che molti conoscano i benefici dei probiotici – sotto forma di integratori - per il benessere del nostro organismo. Dal momento che la pelle è l’organo più esteso del corpo umano, alcuni dermatologi stanno studiando la possibilità che i derivati di probiotici abbiano un’azione anche sul benessere della pelle. Alcuni esperti hanno iniziato a domandarsi se l’applicazione locale– per esempio attraverso trattamenti quotidiani o specifici – possa non solo favorire la naturale idratazione della pelle[1], ma anche migliorare la qualità e la grana dell’incarnato.

[1] 
http://www.byrdie.co.uk/skincare-trends-2017

Ingredienti derivati da probiotici: dove si trovano


Da un punto di vista tecnico, tra gli ingredienti “star” da tenere sott’occhio c’è il bifidus, derivato dai probiotici, che aiuta a contrastare la secchezza della pelle, a rinforzare la funzione barriera e a ridurre la sensibilità cutanea. Le ricerche L’Oréal indicano che alcuni derivati di probiotici, incluso il bifidobacterium longum, hanno un effetto positivo sulla sensibilità della pelle e aiutano a rinforzare la sua funzione barriera.[2]

[2] Ricerca commissionata da L’Oréal, Clichy Cedex. Guéniche, A, et al. ‘Bifidobacterium longum lysate, a new ingredient for reactive skin’, 3 Giugno 2009.

I più letti

Ingredienti

5 attivi anti-età: promesse e risultati?

Retinolo, Acido Ialuronico, Rhamnose… Questi attivi anti-invecchiamento hanno tutto quello che serve per riempirti di gioia! Ma che cosa sono? Chi fa che cosa? Non preoccuparti, siamo qui per "decriptare" le caratteristiche dei 5 attivi anti age per te.

Leggi l’articolo

go to top